FISCO DAY – ASSEMBLEE E BLOCCO DEI FRONT OFFICE

STATO DI AGITAZIONE

AGENZIE DELLE ENTRATE – DOGANE – MONOPOLI

ESITO INCONTRO PREFETTURE CAMPOBASSO/ISERNIA

Al culmine dello stato di agitazione e di rivendicazione sindacale, protrattosi fino alla data del 06/02/2020, ieri in data 11/02/2020 si è concluso l’incontro tra le Organizzazioni Sindacali/RSU. ed i rispettivi Prefetti delle provincie.

L’incontro si è reso doveroso, PER DENUNCIARE le gravi e non più sostenibili criticità delle condizioni lavorative in primis del personale delle Agenzie Fiscali/Dogane, ma che in realtà colpiscono tutti gli Enti della Pubblica Amministrazione sul territorio regionale.

  • Drammaticità della carenza del personale, ebbene un esercito di figure mancanti che pesa inevitabilmente sul modo in cui l’apparato pubblico risponde al cittadino e che, allo stato attuale, non si prevede possa essere integrato. Semmai rischia di essere aggravato;
  • l’età media dei dipendenti è 50 anni, tra le più alte nella pubblica amministrazione;
  • i carichi di lavoro sono lievitati a dismisura: gli uffici periferici non ce la fanno più a tenere il passo con le scadenze organizzative;
  • non solo, per i dipendenti vi sono continue pressioni per gli obbiettivi, spesso improponibili e distanti dalle realtà territoriali;

Incentivi individuali, risultano insussistenti, ciò nonostante si siano raggiunti ampiamente gli obbiettivi, a fronte di una costante e coerente responsabilità dei dipendenti, che pur di soddisfare le esigenze dei cittadini, si prodigano anche oltre le proprie responsabilità, con favorevoli ed evidenti ricadute sugli stessi fruitori dei servizi.

  • Il sistema incentivante teso a soddisfare i parametri di efficacia, efficienza e trasparenza, dunque di redditività nello svolgimento delle mansioni e delle attività lavorative, dovrebbe essere per un’Amministrazione un impegno serio, che deve essere costante e certo, come si evince dalla disciplina in vigore; troppo spesso però, viene disatteso diventando mortificante per i dipendenti, che si vedono anziché premiati per il merito, ingannati e denigrati come testimoniano le esigue economie assegnate di volta in volta dalla politica, per mera opportunità, discostandosi dai principi normativi che ne sanciscono un diritto contrattuale per primalità meritata post valutazione.

Carichi di lavoro esorbitanti, tra il 2011 e il 2017 (dati ISTAT 2020) nonostante si rileva una crescita dei dipendenti pubblici, appaiono evidenti le disuguaglianze territoriali, che accreditano una crescita al Nord e una diminuzione al centro-Sud delle assunzioni, fatta eccezione per la sola Calabria.

  • Come ormai spesso accade la maglia nera tocca ancora una volta al Molise, che si attesta ad un -7,8 % di perdita di dipendenti pubblici in seguito alle misure pensionistiche e varie, di ultima stesura.

Le ragioni fin qui enunciate sono solo la punta di un iceberg, i vari aspetti ben argomentati nel DOCUMENTO DI RIVENDICAZIONE SINDACALE TERRITORIALE UNITARIO, COSTITUISCONO PER LE CRITICITA’ EMERSE, UN VERO E PROPRIO ATTO DI DENUNCIA.

La insopportabilità dei carichi di lavoro, evidenziano una sempre più probabile paralisi dei servizi resi all’utenza, se non ci saranno IMMEDIATI E RISOLUTIVI provvedimenti volti a sostenere la gravita della situazione.

A tal proposito, attese le legittime aspettative dei dipendenti tutti, di poter superare questo difficile momento di crisi, preso a pretesto lo STATO DI AGITAZIONI DELLE AGENZIE, si è proposto al vertice in PREFETTURA, la istituzione DELL’OSSERVATORIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE TERRITORIALE, quale strumento utile di interlocuzione, confronto, ascolto, ponendosi come soggetto terzo, in funzione propulsiva di collegamento e ausiliare, alle Istituzioni Pubbliche Centrali e non.

Le OO.SS. aderenti alle Funzioni Centrali, colgono l’occasione per ringraziare le Prefetture per la sensibilità dimostrata all’ascolto nonché quella mostrata alla ricerca di soluzioni condivise nel tentativo di arginare una situazione critica, i cui riflessi si propagano sulla società civile indistintamente.

 

SI RINGRAZIANO I DIPENDENTI TUTTI,

PER LA VIVA ADESIONE

DOVUTA PER LO STATO DI AGITAZIONE

DELLE AGENZIE FISCALI/DOGANE/MONOPOLI

PRODROMICO

ALLE CRITICITA’ DI TUTTA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NAZIONALE E TERRITORIALE.

 

Le Segreterie Unitarie

FP CGIL        Antonio Amantini                         CONFSAL UNSA          Domenico Izzi

CISL FP        Mario Della Ventura                     FLP Ag. Fiscali          Sergio Di Pasquale

UIL PA          Vincenzo Bredice

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook
Twitter
Instagram
Telegram