LEGGE DI BILANCIO 2020 E DECRETO MILLEPROROGHE

Graduatorie concorsuali e stabilizzazione dei precari

Attraverso la legge di bilancio ed il Decreto Milleproroghe, dal 1 gennaio 2020, sono state rese effettive importanti misure per il Pubblico impiego, relativamente alle graduatorie concorsuali e alle procedure di stabilizzazione dei precari ex legge 75/2017

L’art. 1, comma 147, della Legge 160/2019, modifica i termini di validità delle graduatorie fissati nella precedente Legge di Bilancio 2018. Di fatti, per le graduatorie approvate nel 2011, il termine di validità è spostato al 30 marzo 2020 ferma restando la frequenza obbligatoria da parte degli idonei ai corsi di formazione e aggiornamento organizzati da ciascuna amministrazione e previo superamento di un apposito esame/colloquio, diretto a verificare la perdurante idoneità.

Per le graduatorie approvate negli anni che vanno dal 2012 al 2017, il temine di validità è derogato al 30 settembre 2020. Per le graduatorie approvate nel 2018 e nel 2019, si fissa il termine mobile di tre anni dalla data di approvazione. Mentre per le graduatorie approvate con decorrenza da 1 gennaio 2020, si fissa il termine di scadenza ridotta da tre a due anni.

L’art. 1, comma 148 della Legge 160/2019, abroga le disposizioni introdotte dalla Legge di Bilancio 2019 che impedivano l’utilizzo delle graduatorie per la copertura di posti ulteriori rispetto a quelli messi a concorso. Di fatti, vengono reintrodotte, le ordinarie possibilità di scorrimento delle graduatorie entro i limiti di vigenza delle stesse.

L’art. 1, comma 1 del Decreto Legge Milleproroghe, fermi restando i requisiti indicati dall’art. 20, comma 1 e 2 del D.L. 75/2017, trasferisce di un anno, al 31 dicembre 2021, la scadenza temporale entro la quale avviare le procedure straordinarie di stabilizzazione del personale in possesso dei suddetti requisiti, in luogo della scadenza al 31.12.2020 indicata originariamente dall’art. 20.

I termini della Legge Madia per i precari della sanità sono trasalti in avanti. Infatti, la stabilizzazione sarà possibile fino al 31 dicembre del 2022. I tre anni di anzianità, anche non continuativa, necessari come requisito indispensabile per la stabilizzazione, potranno essere maturati fino al 31 dicembre 2019.

La Segretria CISL FP Abruzzo Molise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook
Twitter
Instagram
Telegram